L'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore, AISD, è un’associazione professionale multidisciplinare, non-profit, dedicata alla ricerca sul dolore e al miglioramento dell'assistenza dei pazienti con dolore.

Possono associarsi all'AISD medici, dentisti, psicologi, infermieri, terapisti fisici e altre figure professionali sanitarie attivamente impegnate nella ricerca sul dolore e tutti coloro che hanno uno speciale interesse nella diagnostica e trattamento del dolore.

L’AISD, raccogliendo l’insegnamento di J.J. Bonica e della IASP, ha da sempre tentato di diffondere l’importante messaggio che la soluzione dei problemi del paziente con dolore, soprattutto cronico, possa scaturire solo dall’incontro di più Specialisti clinici, ognuno per le proprie competenze. Ha anche messo bene in chiaro come ciò non sia sufficiente, dato che è sempre più evidente quanto fondamentale sia l’apporto di neurofisiologi, immunologi, genetisti, biologi molecolari e di tutti gli altri che, con la ricerca di base, possano aiutare il clinico a meglio comprendere questo fenomeno misterioso, per troppi anni confinato all’immagine classica di Descartes che racchiudeva la percezione del dolore alla mera trasmissione di uno stimolo sgradevole verso il cervello.

Come emerso da recenti indagini epidemiologiche, da dolore cronico non da cancro è affetto un Italiano su quattro, vale a dire oltre 14 milioni di persone. Ciò fa capire che, sebbene il dolore cronico da cancro rappresenti un aspetto che molto colpisce sotto il profilo umano, esso sia la piccolissima punta di un enorme iceberg rappresentato, ad esempio, da quasi 7 milioni di Italiani affetti da dolori osteo-articolari e che hanno dolore continuo o almeno più volte ogni settimana della loro vita.

A questa enorme popolazione di persone sofferenti l’AISD dedica la propria attività culturale e scientifica, anche promuovendo formazione extra-universitaria ad ogni livello.

L'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore è un capitolo della IASP®, International Association for the Study of Pain) e membro della European Pain Federation, EFIC®.

Nel 2008 ha contribuito alla creazione della Fondazione Paolo Procacci onlus, dedicata al prof. Paolo Procacci, medico fiorentino di enorme ed apprezzata cultura medica ed umanistica è stato un pioniere nella ricerca sul dolore, tra i fondatori della International Association for the Study of Pain, di cui è stato vicepresidente dal 1975 al 1978 e primo presidente dell'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore. Ha lavorato intensamente per una maggiore sensibilizzazione all'interno della comunità scientifica sul dolore ed ha contribuito in modo rilevante alla diffusione dei principi fondamentali che devono guidare il medico nella valutazione clinica e nella terapia dei pazienti con dolore.

La FPP, a lui dedicata, raccoglie l'eredità dei molti studiosi che da anni si occupano del dolore e dei loro numerosi insegnamenti, per contribuire in modo fattivo a un ulteriore progresso nella cura e trattamento del paziente con dolore cronico.

 

Leggi lo statuto

Leggi il Codice Etico dell'AISD