Fino a sabato 26 maggio, i delegati di 194 paesi elaboreranno le strategie per i prossimi cinque anni a partire dalla bozza di programma presentata da Tedros Adhanom Ghebreyesus, eletto al vertice dell'OMS nel 2017.

Il direttore generale punta sulla strategia "dei tre miliardi": un miliardo di persone in più dovrebbe beneficiare della copertura sanitaria di base, un miliardo in più essere meglio protetto dalle emergenze e un altro miliardo avere accesso a una vita più sana.

La dichiarazione dell'arcivescovo Osservatore Permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite e l'OMS e le altre organizzazioni internazionali con sede a Ginevra, S.E.R. Ivan Jurkovic. 

Per il discorso di Beatrice Lorenzin clicca qui 

 



S.E.R. Ivan Jurkovic

Prof. Maurizio Evangelista, Membro della Delegazione Ufficiale della Santa Sede presso la WHA dell'Organizzazione Mondiale della Salute e del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore