Il 13 ottobre 2018 nuovo appuntamento AISD Focus Day con un corso sul dolore cronico non oncologico dell'anziano

Direttore scientifico il prof. Maurizio Evangelista

Provider e agenzia organizzativa: Zeroseicongressi Roma, Provider ECM n° 1194

L'evento ECM si svolgerà a Roma presso la Casa Bonus Pastor, via Aurelia 208. 

Il corso è accreditato per:  Medico Chirurgo (Geriatria, Medicina Fisica e Riabilitazione, Neurologia, Reumatologia, Chirurgia Generale, Ortopedia e Traumatologia, Anestesia e Rianimazione, MMG, ) Fisioterapista ed Infermiere.

E' patrocinato da AISD e organizzato in associazione con l'A.O. San Camillo Forlanini di Roma. 

Scarica il programma scientifico cliccando su download

 Per iscrizioni clicca qui

Presentazione del Corso 

Le proiezioni epidemiologiche dell’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) descrivono un trend d’incremento al 2030 della popolazione anziana e grande anziana segnalando la necessità, ormai impellente, di un adeguamento delle politiche sanitarie per fornire risposte adeguate a questo scenario. In tale contesto generale emerge il dato del Global Burden of Disease (GBD- OMS) che indica il dolore come prima causa mondiale di consultazione medica; quanto sopra va, infine, correlato con la letteratura internazionale che posiziona la popolazione anziana, talora in maniera inattesa, tra quelle che maggiormente utilizzano analgesici in maniera continuativa e per periodi uguali o superiori ai sei mesi.

E’ noto che l’espressione fenotipica del dolore nell’anziano è in influenzata da molteplici fattori quali le comorbidità (osteoartrosi, diabete, ipertensione, cardiopatia, depressione, deterioramento cognitivo in vario grado), da variazioni della “competenza siologica” (metabolismo ed eliminazione dei farmaci, funzionalità specifica degli organi emuntori, sarcopenia et al) e /o della cosiddetta riserva cognitiva (fenomeno in aumento esponenziale). Altrettanto note sono le ricadute in termini di scadimento della quotidianità e della Qualità della vita che un dolore cronico, non orientato secondo l’appropriatezza e/o non ben gestito, può determinare o contribuire a peggiorare.

Alla luce di quanto sopra esposto, la strutturazione di un protocollo di terapia del dolore in questa particolare categoria di pazienti (e nelle sue ulteriori espressioni quali quelle del grande anziano e dell’anziano fragile) risulta di particolare difficoltà dovendo coniugare, in un quadro precario o comunque delicato di per sé, una serie di esigenze non sempre, e non solo, di carattere meramente biologico.

Il Focus Day #7, partendo dalla descrizione essenziale delle tipicità precipue dell’età anziana, si propone, pertanto, di:
• esaminare lo status quo identificando le specificità, le esigenze disattese e le relative priorità

• analizzare le molecole più appropriate per efficacia, sicurezza e tollerabilità (sulla base delle evidenze e delle linee guida internazionali) descrivendo, per ognuna di esse, le posologie, le interazioni, le vie di somministrazione e le modalità più idonee e compatibili con le comorbidità e le relative politerapie.

Indicare il metodo di strutturazione e gestione di un protocollo multimodale, “mechanism oriented”, “patient centered”, realmente applicabile ed orientato, piuttosto che all’analgesia totale, al realistico obbiettivo di un miglioramento globale della Qualità della vita.

Anche in questo Focus Day l’obiettivo sarà quello di evidenziare, ma soprattutto sviluppare e rinforzare, la dottrina della inter e multidisciplinarietà come strumento per la migliore gestione possibile di un quadro quale quello di odierna trattazione, paradigma di condizione ad alta complessità bio-psico-sociale.

Prof. Maurizio Evangelista